Skip to main content

CHAMPAGNE MÉTÉYER

I piccoli maestri fanno cose grandi

Franck Météyer rappresenta la sesta generazione della famiglia alla guida della Champagne Météyer Père et Fils.
L’avventura inizia nel 1860 quando i francesi entrano a Pechino (ma se ne andranno presto), viene firmato un trattato di libero scambio con il Regno Unito e la Savoia cambia padrone. Non sappiamo se siano stati avvenimenti meritevoli di essere festeggiati con lo champagne, ma quello di Pierre Clement Météyer in ogni caso era quasi pronto: Champagne du Terroir nella Valle della Marna.

Oggi, l’azienda gestita da Franck ha conservato i valori di autenticità appassionata dei viticoltori indipendenti. Affezionato agli insegnamenti trasmessi dai suoi antenati e abile nel fare le cose in modo semplice ma bene, Franck è un maestro artigiano profondo conoscitore delle tre varietà di uva della Champagne: Pinot Meunier, Pinot Noir
e Chardonnay.

CHAMPAGNE MÉTÉYER

I piccoli maestri fanno cose grandi

Franck Météyer rappresenta la sesta generazione della famiglia alla guida della Champagne Météyer Père et Fils.
L’avventura inizia nel 1860 quando i francesi entrano a Pechino (ma se ne andranno presto), viene firmato un trattato di libero scambio con il Regno Unito e la Savoia cambia padrone. Non sappiamo se siano stati avvenimenti meritevoli di essere festeggiati con lo champagne, ma quello di Pierre Clement Météyer in ogni caso era quasi pronto: Champagne du Terroir nella Valle della Marna.

Oggi, l’azienda gestita da Franck ha conservato i valori di autenticità appassionata dei viticoltori indipendenti. Affezionato agli insegnamenti trasmessi dai suoi antenati e abile nel fare le cose in modo semplice ma bene, Franck è un maestro artigiano profondo conoscitore delle tre varietà di uva della Champagne: Pinot Meunier, Pinot Noir
e Chardonnay.

Il vigneto

La collina di Trélou sur Marne, con il suo terreno argillo-calcareo, la sua esposizione a sud e il suo particolare microclima, offre uve di rara ricchezza e grande complessità aromatica, onnipresenti negli Champagne di Franck Météyer.

La maturazione ottimale delle uve, raccolte a mano e con una cernita selettiva, permette a Franck di produrre cuvées natures (dosaggio zero), extra brut e brut con un dosaggio molto ridotto, che vinifica senza eccezioni, in tini smaltati e senza fermentazione malolattica.

Un lungo invecchiamento naturale su listelli caratterizza le cuvée della Maison; un minimo di 3 anni per gli champagne non millesimati e fino a 12 anni per i millesimati.

Vuoi essere ricontattato? Scrivici

* Campi obbligatori


Hai più di 18 anni?

Per accedere al sito devi essere maggiorenne